pavimento in resina e in microcemento

pavimenti in resina o microcemento

Noi, da anni, ci occupiamo sia dei pavimenti in resina che di quelli in microcemento, abbiamo pertanto perfettamente chiaro quali sono i "difetti" e i pregi di entrami i pavimenti.

Caratteristiche comuni tra i due pavimenti
resina e microcemento

Sono entrambi due pavimenti detti monolitici, perchè continui e privi di fughe o/e giunti. Dal punto di vista estetico sono molto simili e in genere solo l'occhio dell'esperto è in grado di distinguerli. Entrambi i pavimenti sono costruiti tramite stratificazione: diversi mani di materiali fino ad arrivare ad uno spessore di 4/5 mm, per coprire eventuali fughe e a raggiungere l'effetto estetico desiderato. Possono essere posati su rivestimenti e pavimenti esistenti senza dover smatellare le piastrelle. Sono entrambi molto resistenti.

Le differenze tecniche tra pavimenti
resina e microcemento

  • Il pavimento in resina si realizza con una resina epossidica caricata di quarzi (più o meno grandi a seconda dell'effetto che si vuole ottenere) e pigmentata del colore scelto, noi per la colorazione utilizziamo terre naturali colorate, ogni campione viene creato da zero e su misura per ogni progetto. Ogni cliente avrà la sua formula colore e la personalizzazione può avvenire fino all'ultima mano di protettivo che può essere pigmentato per rendere il colore più chiaro o più scuro, oppure più caldo o più freddo.
  • Il pavimento in microcemento si realizza invece con materiali a base cementizia e con l'aggiunta di acqua, nasce come materiale neutro e noi lo trasformiamo nel colore più adatto al progetto con la pigmentazione di terre colorate naturali. Possiamo dire che di base il pavimento in microcemento è "naturale" appunto perchè la materia prima è cementizia, rimane comunque pur sempre la fase di protezione che si effettua con la resina (sintetica); per avere un pavimento al 100% naturale si dovrebbero utilizzare prodotti come le cere ma lo renderebbe un pavimento poco pratico (facile alla macchia) e poco resistente.

Quando scegliere la resina e quando il microcemento

  • Il microcemento è un prodotto più economico rispetto la resina e questo potrebbe essere uno dei motivi per qui, a volte, si tende a preferirlo rispetto la resina.
  • Scegliamo il microcemento semplicemente perchè è più "naturale" rispetto la resina.
  • La resina noi la consigliamo rispetto il microcemento quando ci troviamo di fronte a fondi che potrebbero avere dei movimenti, come: massetti nuovi con riscaldamento a pavimento, piuttosto che solette in legno, entrambi sono molto resistenti (resina e microcemento), ma la resina è anche molto elastica, si dice sia resiliente, pertanto è meno probabile che, nel tempo, nascano delle fessurazioni. Non escludiamo però che se un massetto è ben fatto e viene effettuto lo shock termico, rispettando i protocolli previsti per legge, si possa applicare anche il microcemento.

Cosa possiamo ottenere con il pavimento
in microcemento e quello in resina

La resina è un materiale versatile e si presta per ottenere diversi effetti: superfici monocromatiche o bicolore, molto lisce oppure spatolate, materiche o lineari; per quanto riguarda il colore le possibilità sono infinite, un pavimento in resina può simulare un pavimento in microcemento. Il microcemento è per sua natura più materico pertanto il risultato sarà una superficie dal sapore naturale, rispetto la resina ha una sua anima, ed è meno gestibile e prevedibile, è pur sempre possibile decidere in linea di massima il tipo di decorazione.

Tiriamo le somme

Noi preferiamo sempre proporre economicamente entrambe le soluzioni, poi sarà il tipo di fondo e il risultato finale che si vuole ottenere che ci porterà (assieme) a decidere la soluzione più adatta al progetto. Sarà l'abilità e l'esperienza del posatore che darà il tocco finale.