murale microcemento

murale su parete in microcemento

Una casa nel centro di Verona, nella ristrutturazione del secondo piano si è optato per il pavimento in microcemento e il rivestimento delle pareti bagno sempre in microcemento.

Questo progetto ha diverse particolarità: dal punto di vista tecnico la più interessante è che si sono alternate resina e microcemento in base alle peculiarità delle superfici da rivestire, mentre per la parte estetica un elegante murale nella zona bagno.

 

L'INTERVENTO

IL PAVIMENTO
in microcemento B.smart

Il pavimento, unmicrocemento (B.smart) grigio chiaro, posato direttamente su delle piastrelle già esistenti, rende l'ambiente lineare, essenziale, pulito ed elegante in poche parole minimalista; così da poter ospitare, nella zona relax, il grande camino e rendere intrigante lo studio che ci porta a viaggiare tra l'ordine e il disordine dal sapore di una vecchia biblioteca.

IL BAGNO
rivestimento B.smart

Nel bagno c'è la continuità del pavimento in microcemento b.Smart grigio, per le pareti si è invece deciso per un verde salvia che rappresenta la natura origine del materiale stesso: creando tonalità più chiare e scuro dall'effetto molto materico, microcemento. Una delle particolarità di questo progetto è una delle pareti all'interno della doccia, dove si è deciso di dipingere un tucano, abbiamo quindi un murale in bagno, molto raffinato e rappresenta un tocco di originalità. La superficie è ovviamente ben protetta e impermeabile.

LA SCALA
in resina B.fine

Un'altra particolarità di questo progetto è il rivestimento in resina B.fine della scala. La scala originale era in legno, questo è il motivo per qui si è preferito rivestirla in resina anziché in microcemento. La resina non solo è un materiale resistente ma è anche elastica, pertanto più adatta a essere applicata su di una superficie come il legno, che è "vivo" e può "muoversi" nel tempo; con questa soluzione abbiamo la certezza che non ci saranno fessurazioni. Molto interessate l'effetto "sospeso" di questa scala, reso dagli scuretti laterali e dal primo di gradino. L'attacco tra i due materiali (resina e microcemento) è perfetto, non si notano differenze né dal punto di vista della decorazione, né nel colore.

 

La parola d'ordine per questo progetto è "soluzioni". Rientra perfettamente nel nostro mood: saper accompagnare e consigliare al committente, le migliori soluzioni per ogni esigenza o necessità. Per questo progetto: la voglia di personalizzazione del bagno con un murale (idea dell'Arch. Michele Marcazzan) e la necessità di rivestire una scala che nessun altro materiale avrebbe dato una resa così armoniosa.

 

GALLERY